Tag: pop

(speciale): Pretty in Pink – una playlist targata anni 80

C&C - Pretty in Pink - Una playlist degli anni 80

Pretty in Pink è il titolo di una romantic comedy targata 1986 ambientata in una high school americana. La colonna sonora, voluta dal regista Howard Deutch e dallo sceneggiatore John Hugues decisamente orientata verso un sound new wave e post punk, comprendeva una traccia omonima, presa in prestito dall’album Talk Talk Talk degli Psychedelic Furs.

Continua a leggere

(recensione): BonifAce – Boniface (Transgressive Records, 2020)

BonifAce - Boniface

Nato e cresciuto a Winnipeg in Canada, Micah Visser, che ha adottato il nome di scena BonifAce, ha soli 25 anni, ma, ascoltando la sua musica, pare evidente che il suo orizzonte sia costuito soprattutto dall’universo pop anni ’80, del quale ha decisamente adottato il sound. E’ stato pubblicato lo scorso 14 febbraio Boniface, l’album

Continua a leggere

(recensione): Clairo – Immunity (Fader, 2019)

Clairo, Immunity

Ha ventuno anni appena compiuti  Claire Cottrill, più nota con il nome di scena Clairo. Divenuta universalmente nota grazie a Pretty Girl, brano diffuso su youtube e in breve tempo divenuto virale, raccogliendo quasi 37 milioni di visualizzazioni in dodici mesi scarsi, Clairo è, assieme a Billie Eilish e Lil Nas X una delle stella

Continua a leggere

(recensione): Prince – Originals (NPG Recors-Warner Bros, 2019)

Prince, Originals

Pare essere inesauribile il lascito di Prince – al secolo Roger Nelson – a tre anni dalla sua tanto tragica quanto improvvisa morte, avvenuta nell’aprile del 2016. A un anno esatto dalla ristampa del mitico Purple Rain e a qualche mese dalla pubblicazione di Piano & A Microphone 1983, sublime antologia di covers, b-sides e

Continua a leggere

(recensione): Dido – Still on my Mind (RCA, 2019)

Dido - Still on My Mind

C’è stato un momento, fra gli ultimi anni del secolo scorso e la metà degli anni 2000, in cui Dido era una regina incontrastata del pop britannico, con brani talmente accattivanti da attirare l’attenzione persino di Eminem, a sua volta, in quei tempi, in vetta a tutte le più prestigiose top ten, da un lato

Continua a leggere

(recensione): The 1975 – A Brief Inquiry into Online Relationships (Polydor Records, 2018)

Quartetto britannico in attività dal 2002, i 1975 hanno pubblicato una considerevole quantità di materiale utilizzando altri nomi, prima di approdare a quello attuale, ovvero The 1975, ispirato dalla quarta di copertina di un libro di poesie beat. Originari di Manchester, i quattro, Adam Hann (alla chitarra), George Daniel (alla batteria) e Ross MacDonald (al basso), capitanati

Continua a leggere

(recensione): Robyn -Honey (Konichiwa Records – Universal, 2018)

Robyn - Honey

Stella indiscussa dell’universo pop, la svedese Robyn (al secolo Robin Miriam Carlsson) puo’ vantare una carriera più che ventennale. Risale infatti al lontano 1995 il suo fortunato debutto, avvenuto con l’album  dal titolo profetico Robyn Is Here. Lavoro che conteneva tracce divenute successi su scala internazionale come Do You Know (What It Takes) e Show Me Love. La carriera di

Continua a leggere

(recensione): Neneh Cherry – Broken Politics (Smalltown Supersound, 2018)

Neneh Cherry - Broken Politics

E’ sempre feconda la collaborazione fra due musicisti sensibili e talentuosi. Non è quindi sorprendente che la liaison professionale fra Neneh Cherry e Four Tet, al secolo Kieran Hebden, produttore e personaggio chiave della scena elettronica internazionale, arrivata al suo secondo capitolo, continui oggi a dare i suoi frutti. Risale infatti al 2014 la pubblicazione

Continua a leggere

(recensione): Dirty Computer – Janelle Monae (Atlantic Records-Bad Boy Records, 2018)

Janelle Monae - Dirty Computers

Artista perfettamente in sintonia con l’epoca in cui si muove e capace di rappresentarla al meglio, Janelle Monae giunge con Dirty Computer al suo terzo album in studio. Annunciato da due brani (e due videoclip) pubblicati in febbraio, Make me Feel et Django Jane, e da Pynk traccia che suggella una nuova collaborazione con Grimes

Continua a leggere

(recensione): Lavender – Half Waif (Cascine, 2018)

Half Waif - Lavender

Il malinconico e struggente synth-pop di Half Waif Half Waif è il nome del progetto solista dall’americana, originaria di Brooklyn, Nandi Rose Plunkett, già membro della band indie folk Pinegrove. Lavender, che sarà pubblicato il prossimo 27 aprile con la casa discografica indipendente Cascine è la sua terza prova in studio. Dodici tracce dal sapore

Continua a leggere
One comment