Tag: Indie Rock

(recensione & new video): Mirror Song – Burning House

Mirror Song - Burning House

Band britannica, originaria di Southampton, dove si sono incontrati nel 2013, i Burning House, trio composto da Aaron Mills, voce e chitarra del gruppo, Patrick White basso e Ash Babb, batteria, hanno contribuito a movimentare la scena rock indipendente e in particolare il sempre effervescente universo shoegaze, quest’autunno, con un EP dal titolo Tracer, disponibile dallo scorso ottobre. 

Continua a leggere

(recensione): For My Crimes – Marissa Nadler (Sacred Bones Records, 2018)

Ottavo album in studio per Marissa Nadler: For My Crimes, pubblicato con l’etichetta Sacred Bones Records proprio in questi giorni, è un lavoro singolare e al tempo stesso una conferma del talento della giovane musicista americana. Originaria di Boston, ma saldamente ancorata alla tradizione country folk del profondo sud degli States, Marissa puo’ essere a ragione

Continua a leggere

(live report) : Spiritualized @Cabaret Sauvage (Paris, 23 settembre 2018)

Spiritualized @Cabaret Sauvage

Sala concepita a metà strada fra un saloon e il tendone di un circo, il Cabaret Sauvage è parte integrante del Parc de la Villette, vasta area del 19° arrondissement di Parigi, dedicata alla musica in tutte le sue declinazioni. E’ anche una sala da sempre riservata alla musica alternativa e d’avanguardia: non è quindi

Continua a leggere

(recensione): Paul Simon – In the Blue Light (Legacy Recordings, 2018)

Paul Simon - In The Blue Light

Non ha certo bisogno di grandi presentazioni Paul Simon, musicista leggendario della scena americana e cantautore prestigioso, sia in coppia con Art Garfunkel che in versione solista. Siamo giunti oggi alla quattordicesima prova con un album, In the Blue Light, che raccoglie dieci tracce “minori” della produzione di Simon. Si tratta, infatti, di rivisitazioni di

Continua a leggere

(recensione) : Songs You Make at Night – Tunng (Full Time Hobby, 2018)

Tunng - Songs you make at night

Band britannica in attività dal 2003, i Tunng, giunti al quinto album in studio, sono dei musicisti capaci di elaborare un sound originale e maturo. Songs You Make at Night, album pubblicato a fine agosto con l’etichetta Full Time Hobby, si compone di 11 titoli e segna un momento importante nella carriera della band guidata

Continua a leggere

(recensione): Hunter – Anna Calvi (Domino, 2018)

Anna Calvi - Hunter

Terzo album in studio per la sensuale Anna Calvi, assurta a star della scena indie nel 2011 con un disco che portava semplicemente il suo nome. Personaggio estremamente teatrale e con una notevole presenza scenica, Anna, anche grazie alla voce potente e a melodie spesso non banali, non avrebbe bisogno di molto di più che

Continua a leggere

(recensione) : And Nothing Hurt- Spiritualized (Bella Union, 2018)

Spiritualized - And Nothing Hurt

Sono trascorsi ben 6 anni dalla pubblicazione dell’ultimo album in studio degli Spiritualized, band capitanata da Jason Pierce e nata dalle ceneri degli Spacemen 3. Un considerevole lasso di tempo, che non fa altro che confermarci le difficoltà incontrate da musicista britannico nel corso del processo creativo, come da lui stesso confermatoci nel corso di

Continua a leggere

(recensione) : Big Red Machine – Big Red Machine (Jagjaguwar, 2018)

Big Red Machine - Jagjaguwar (2018)

Risale al 2008 la feconda collaborazione fra il National Aaron Dessner e Justin Vernon, più noto al pubblico come Bon Iver. Da allora le incursioni di Vernon nella musica dei National (e viceversa) si sono moltiplicate, fino a raggiungere una autentica concretizzazione a inizio giugno con l’annuncio della formazione di una band, Big Red Machine,

Continua a leggere

(recensione): Be the Cowboy – Mitski (Dead Oceans, 2018)

Giovane musicista nippo-americana, Mitski Miyawaki ha conquistato un posto d’onore sulla scena alternative e indie con la pubblicazione del primo album Lush nel 2012.  Si trattava, anche allora, di un mélange singolare di elementi dalle nuances jazz, elettroniche, rock, indie-pop, accompagnati da testi folgoranti e una voce straordinariamente potente. La carriera di Mitski è proseguita

Continua a leggere

(recensione): So sad, so sexy – Lykke Li (RCA, 2018)

Quarto album in studio per la musicista svedese Li Lykke Timotej Zachrisson, al secolo Lykke Li. So sad so sexy arriva a quattro anni di distanza da I never learn, lavoro per il quale si era avvalsa della collaborazione del connazionale Björn Yttling con le saltuarie incursioni di Greg Kurstin. Il nuovo lavoro segna una

Continua a leggere