Tag: indie folk

(recensione): Bill Fay – Countless Branches (Dead Oceans, 2020)

Bill Fay, Countless Branches

Nato a Londra nei primi anni ’40, Bill Fay ha al suo attivo una carriera pluridecennale. Possiamo quindi definire questa sua ultima fase creativa come una seconda giovinezza, o rinascita, favorita, senza dubbio, dal provvidenziale intervento di musicisti da sempre estimatori del lavoro del britannico. Fra i tanti a cui dobbiamo questo fortunato ritorno, un

Continua a leggere

(live report): Jesca Hoop @Le Petit Bain (Paris, 15 octobre 2019)

Era un concerto assai atteso dalla redazione di Coeurs & Choeurs, quello di Jesca Hoop, lo scorso martedi al Petit Bain, a Parigi. Autrice di uno degli album più intensi e riusciti dell’anno, Stonechild, Jesca è una songwriter dal repertorio ricco e variegato, all’intersezione fra indiefolk, jazz, blues e rock in senso più stretto. La

Continua a leggere

(recensione): Big Thief – Two Hands (4AD, 2019)

Big Thief - Two Hands

Avevamo appena finito di dirvi tutto il bene possibile di U.F.O.F, opera terza dei Big Thief,  pubblicata lo scorso maggio, ed eccoci alle prese con il quarto, inatteso album della band. Sono in un periodo di estrema creatività gli americani di Brooklyn e Two Hands, questo il titolo del loro nuovo lavoro ne è la conferma.

Continua a leggere

(recensione): Angel Olsen – All Mirrors (Jagjaguwar, 2019)

Angel Olsen - All Mirrors

Giornata ricchissima di uscite musicali dal peso specifico non indifferente, il 4 ottobre ha segnato anche il ritorno in primo piano dell’americana Angel Olsen. All Mirrors, questo il titolo del suo quarto album in studio, per il quale si è avvalsa della produzione di John Congleton, era particolarmente atteso, anche alla luce dei due primi

Continua a leggere

(recensione): Devandra Banhart – Ma (Nonesuch, 2019)

Devendra Banhart - Ma

Artista dai confini indefinibili e dilatati, capace di muoversi con la stessa sicurezza nel mondo delle sette note come nell’universo della grafica e delle creazioni visuali, Devandra Banhart ama mescolare atmosfere, storie e lingue. Nato in Venezuela e cresciuto fra Stati Uniti e America Latina, Devandra ci ha abituato a composizioni eleganti e raffinate, sempre

Continua a leggere

(recensione): Bonnie Prince Billy, Bryce Dessner & Eighth BlackBird – When We are Inhuman (37d03d, 2019)

Bonnie Prince Billy, Bryce Dessner, Eighth Blackbird - When we are inhuman

E’ un anno importante e ricco di feconde collaborazioni, questo 2019, per il National Bryce Dessner: immerso in una miriade di progetti, il talentuoso multistrumentista si è misurato di volta in volta con la composizione di colonne sonore per il grande schermo, la realizzazione di pièces teatrali e partiture classiche, senza trascurare la band madre,

Continua a leggere

(recensione): Bedouine – Bird Songs of a Killjoy (Spacebomb, 2019)

Bedouine - Bird Songs of a Killjoy

Bedouine è il nome scelto da Azniv Korkejian, musicista di origini siriane, residente ormai da tempo a Los Angeles, per calcare le scene musicali. Un debutto al fulmicotone nel 2017 con un album eponimo le è valso il plauso di pubblico e critica, che, in modo pressochè unanime, ha lodato, da un lato le indubbie

Continua a leggere

(recensione): Bon Iver – i,i (Jagjaguwar, 2019)

Bon Iver -i,i

Per la pubblicazione del suo quarto album in studio, ha scombinato tutti i piani Bon Iver. Inizialmente previsto in uscita il prossimo 30 agosto, i,i è stato infatti anticipato all’8 agosto. Cosa che era in fin dei conti piuttosto prevedibile, viste le sessioni d’ascolto organizzate da tempo presso i negozi di dischi indipendenti nelle principali

Continua a leggere

(recensione): Purple Mountains – Purple Mountains (Drag City, 2019)

Purple Mountains, Purple Mountains

Musicista lontano dai bagliori dello show business e dello stardom, David Berman è stato per un decennio uno degli elementi chiave dei Silver Jews, band indierock che vedeva fra le sue fila anche Stephen Malkmus e Bob Nastanovich. Il gruppo si è sciolto nel 2009 e da allora Berman si è principalmente dedicato alla poesia,

Continua a leggere

(recensione): Jesca Hoop -Stonechild (Memphis Industries, 2019)

Jesca Hoop - Stone Child

Cantautrice californiana da qualche tempo residente a Manchester nel Regno Unito, Jesca Hoop ci ha abituato sin dalle primissime prove alla sua musica dagli accenti minimalisti, a tratti rinascimentali, e ai suoi testi tanto eleganti quanto enigmatici. Non fa eccezione Stonechild, la sua quinta prova in studio, di freschissima pubblicazione. Per l’occasione Jesca, che aveva

Continua a leggere