Tag: garage rock

(live report) : The Strokes @L’Olympia (Paris, 18 février 2020)

The Strokes @L'Olympia

Il 2020 degli Strokes è iniziato con una serie di eventi inaspettati: l’annuncio a sorpresa di un nuovo album, la cui pubblicazione è prevista per il prossimo mese di aprile, nel corso del live di fine anno a New York, il dichiarato sostegno alla campagna presidenziale del democratico Bernie Sanders (cosa a dire il vero

Continua a leggere

(recensione): Brittany Howard -Jaime (ATO Records, 2019)

Forte del tanto meritato quanto inaspettato successo mainstream ottenuto con la band blues rock Alabama Shakes, Brittany Howard avrebbe potuto adagiarsi sugli allori, godersi i numerosi Grammy conquistati grazie all’album Sound & Color e prepararsi a bissare il risultato con un nuovo lavoro assieme ai compagni di sempre. Invece, a distanza di quattro anni dalla pubblicazione

Continua a leggere

(recensione): Elizabeth the Second – Two Margaritas at The Fifty Five – EP (self-released, 2019)

Elizabeth The Second - Two Margaritas at the Fifty Five

Sono italianissimi, a dispetto del nome altisonante e british, gli Elizabeth The Second. Ben Moro (voce e chitarra), Michele Venturini detto Mickey  (al basso) e Luca Gallato (alla batteria) sono gli elementi della band, formatasi nell’entroterra padovano nel 2018, e che si appresta a pubblicare il suo primo EP, Two Margaritas at The Fifty Five,

Continua a leggere

(recensione): Priests – The Seduction of Kansas (Sister Polygon Records, 2019)

Priests - The Seduction of Kansas

Ci avevano già ampiamente convinto i Priests che, con il loro primo album, Nothing Feels Natural, pubblicato nel 2017, erano riusciti a perfezionare un disco eclettico e sperimentale, dalle sonorità garage punk venate di jazz e psichedelia. E’ stato pubblicato in questi giorni il loro secondo lavoro, The Seduction of Kansas: un disco brillante ed

Continua a leggere

(recensione): Blood Red Shoes – Get Tragic (V2/Jazz Life, 2019)

Duo di Brighton composto da Laura-Mary Carter e Steven Ansell e nato a Berlino dalle ceneri delle precedenti esperienze musicali dei due protagonisti, i Blood Red Shoes sono attivi sulla scena indie dal 2004 e da allora non hanno mai cessato di sperimentare e ricercare le nuances in grado di riflettere al meglio il loro

Continua a leggere

(recensione): Virtue – The Voidz (Cult Records, 2018)

Virtue - The Voidz (Cult Records, 2018)

Sperimentazione e impegno politico per il secondo lavoro dei Voidz di Julian Casablancas   Seconda prova senza gli Strokes per Julian Casablancas. Per l’occasione, e per sottolineare una volta di più l’assenza di ogni forma di divismo e personalismo da parte del lead singer, l’album è stato pubblicato sotto il più neutro nome The Voidz.

Continua a leggere