Tag: dreampop

(recensione): Grimes – Miss Anthropocene (4AD, 2020)

Grimes, Miss Anthropocene

Si è fatta attendere per quasi cinque anni la canadese Claire Boucher, più nota ai più con lo pseudonimo Grimes. Durante questi cinque anni i riflettori sono stati puntati su Claire per una miriade di motivi extramusicali, primo fra tutti la relazione rocambolesca con il multimiliardario Elon Musk, l’annuncio della prossima maternità e altre bizzarrie

Continua a leggere

(recensione): Duster – Duster (Mudd Gusts, 2019)

Duster - Duster

La pubblicazione della raccolta Capsule Losing Contact, un’antologia pressoché definitiva del meglio della discografia della band, aveva convinto la quasi totalità di critica e pubblico che i Duster avessero esploso tutte le proprie cartuccie e che difficimemente ci avrebbero regalato della musica nuova. La previsione, invece, si è rivelata errata e a fine 2019 è

Continua a leggere

(recensione) : Lana del Rey – Norman Fucking Rockwell! (Interscope, 2019)

Lana Del Rey, Norman Fucking Rockwell!

Musicista dalle atmosfere eteree e surreali, Lana Del Rey si è conquistata un posto centrale nel panorama pop internazionale. E a ragione, perchè la sua proposta si discosta decisamente dagli stereotipi frivoli e leggeri spesso associati al genere. Voce sognante, testi languidi e scenari glamour sono il cuore pulsante dell’universo descritto dall’americana che, a partire

Continua a leggere

(recensione): Ride – This Is Not a Safe Place (Wichita Recordings, 2019)

Ride

Genere  musicale reso leggendario da band come  i My Bloody Valentine e gli Slowdive, lo shoegaze vive da qualche anno un gradito revival, sottolineato anche da importanti reunion. Risale al giugno del 2017 il ritorno sulle scene dei Ride, storica band di Oxford che dopo una pausa di ben ventuno anni regalava ai fan entusiasti

Continua a leggere

(recensione): Ummagma – Compass (Leonard Skully Records, 2019)

Ummagma - Compass

Sono passati sette anni, ormai, dalla pubblicazione dei due album che hanno segnato il folgorante debutto degli Ummagma, duo indie pop formato dalla canadese Shauna McLarnon e da Alexander Kretov, nato in Ucraina , ma residente da qualche tempo in Ontario. Sono seguite, nel corso degli anni numerose e prestigiose collaborazioni, di cui ci piace

Continua a leggere

(recensione): 무너지기 (Crumbling) – 공중도둑 (Mid-Air Thief) (self-released, 2018)

무너지기 (Crumbling) 공중도둑 (Mid-Air Thief)

Sappiamo pochissimo del progetto musicale coreano 공중도둑 ovvero Mid-Air Thief, arrivato fino a noi in sordina, dopo essere stato diffuso via Bandcamp nel cuore dell’estate. Crumbling (무너지기), questo il titolo dell’album, che si compone di appena 8 tracce, è invece un piccolo gioiello. Mélange praticamente perfetto di musica elettronica, folk e dreampop vede sonorità occidentali

Continua a leggere

(recensione): LoveLaws – TT (Caroline International, 2018)

A tre anni di distanza dal progetto solista di Jenny Lee Lindberg, è in arrivo in questi giorni anche LoveLaws, opera prima di Theresa Wayman, voce e chitarra delle Warpaint. E, ascoltandolo, evidenti sono le allusioni e innumerevoli le citazioni alle sonorità dreampop, trap ed enigmatiche della band-madre. 10 tracce che si dipanano per circa

Continua a leggere

(recensione): 7 – Beach House (Bella Union, 2018)

Beach House - 7

Settimo album in studio per il duo di Baltimora, i Beach House, formato dalla lead singer Victoria Legrand e Alex Scully, alle tastiere. 7, questo il titolo, è arrivato in questi giorni e segue i tre precedenti lavori, risalenti rispettivamente al 2017 e al 2015, una raccolta di inediti e b-sides e Thank Your Lucky

Continua a leggere