Tag: alternative rock

(recensione): Jeff Tweedy – WARM (dBpm, 2018)

tweedy warm

E’ un musicista dal tocco magico, Jeff Tweedy, voce e chitarra di band passate alla storia della musica come gli Uncle Tupelo e i Wilco, gruppo del quale ci limitiamo ad evocare, in maniera non esaustiva, la collaborazione con Billy Bragg. Una lunga carriera con le band “madri” non ha arrestato in alcun modo la

Continua a leggere

(new video): Dewa Budjana – Crowded feat John Frusciante – Mahandini (Temple Island Studio, 2018)

Anno ricchissimo il 2018, dicevamo. E, per concluderlo al meglio, ecco la bella notizia del ritorno alla chitarra per John Frusciante. Sebbene sempre assai attivo sulla scena musicale con sperimentazioni elettroniche e progetti più o meno avanguardistici, John era infatti assente da qualche tempo da produzioni più classiche e, soprattutto si era tenuto lontano dal

Continua a leggere

In A State Of Flux Festival (Bologna, 18 gennaio)

E’ sempre in movimento e non mostra il benchè minimo segno di stanchezza l’universo shoegaze italiano, noto anche con l’appellativo italogaze. Al contrario, dopo un 2018 fecondo di novità ragguardevoli, come i nuovi album dei Stella Diana e degli In Her Eye, di cui abbiamo avuto il piacere di parlarvi questa primavera, il 2019 si

Continua a leggere

(recensione & new video): Mirror Song – Burning House

Mirror Song - Burning House

Band britannica, originaria di Southampton, dove si sono incontrati nel 2013, i Burning House, trio composto da Aaron Mills, voce e chitarra del gruppo, Patrick White basso e Ash Babb, batteria, hanno contribuito a movimentare la scena rock indipendente e in particolare il sempre effervescente universo shoegaze, quest’autunno, con un EP dal titolo Tracer, disponibile dallo scorso ottobre. 

Continua a leggere

(live report) : Interpol @Salle Pleyel (Paris, 29 novembre 2018)

E’ intenso e noto il legame che unisce la Francia agli Interpol. Paul Banks e Daniel Kessler si sono infatti conosciuti proprio a Parigi nel corso di un programma estivo organizzato dalla New York University ed è a Saint Malo, durante il festival della Route du Rock, che la band, ancora semi-sconosciuta ha suonato, una

Continua a leggere

(recensione): The 1975 – A Brief Inquiry into Online Relationships (Polydor Records, 2018)

Quartetto britannico in attività dal 2002, i 1975 hanno pubblicato una considerevole quantità di materiale utilizzando altri nomi, prima di approdare a quello attuale, ovvero The 1975, ispirato dalla quarta di copertina di un libro di poesie beat. Originari di Manchester, i quattro, Adam Hann (alla chitarra), George Daniel (alla batteria) e Ross MacDonald (al basso), capitanati

Continua a leggere

(live report): Grand Blanc @La Cigale (Paris, 26 novembre 2018)

Sono trascorsi due mesi dalla pubblicazione di Image au Mur, secondo e più recente album dei francesi Grand Blanc. Presentato al pubblico parigino, in anteprima, lo scorso mese di settembre con un live improvvisato al Badaboum, Image au Mur ha offerto alla band l’opportunità di mostrare a critica e fan la più recente evoluzione del

Continua a leggere

(recensione): The Good, the Bad & the Queen – Merrie Land (Studio 13, 2018)

The Good, the Bad & The Queen - Merrie Land

“And especially, from every shore’s end of England– the holy blissful mount I fought to seek. That them had helpened when that they were weak…”: sono le parole di un verso dei Canterbury Tales di Geoffrey Chaucer a introdurci nel cuore di Merrie Land, secondo lavoro del supergruppo composto da Damon Albarn (Blur e Gorillaz),

Continua a leggere

(recensione) : Julia Holter – Aviary (Domino, 2018)

Elegante, colto, sofisticato, complesso, sperimentale e bellissimo Aviary, sesto album in studio della californiana Julia Holter. Musicista preparata, capace di coniugare sonorità antiche e contemporanee arricchendole di testi intensi e raffinati che pescano dal patrimonio letterario classico americano e internazionale, Julia ci propone, con Aviary, un viaggio in universo magico e a tratti indecifrabile, carico

Continua a leggere

(recensione): Last Building Burning – Cloud Nothings (Carpark Records, 2018)

Last Building Burning - Cloud Nothing

Last Building Burning è il titolo dell’ultimo album dei Cloud Nothings, gruppo alternative rock di Cleveland. E titolo non potrebbe essere più appropriato. E’ infatti un incendio quello che ci attende quando ci mettiamo all’ascolto delle otto tracce incluse nel disco. Ma procediamo con ordine. Avevamo lasciato i Cloud Nothings  nel 2017 con Life Without

Continua a leggere