(recensione): Yola – Walk Through Fire (Easy Eye Sound, 2019)

Yola,- Walk Through Fire

Originaria di Bristol, nel Regno Unito, dove è nata nel 1984, Yola Quartey, fino a poco tempo fa, era nota soprattutto per le sue collaborazioni con i Massive Attack e i Phantom Limb, band alle quali ha, in diverse circostanze, prestato la propria voce come backing vocalist, garantendosi in questo modo le fonti di sostentamento

Continua a leggere

(recensione): Weyes Blood – Titanic Rising (Sub Pop, 2019)

Weyes Blood, Titanic Rising

Fa parte del gruppo delle cantautrici americane dell’ultima generazione, Natalie Mering, più nota al pubblico con il nome Weyes Blood. Esce in questi giorni il suo quarto, atteso, album Titanic Rising. Un disco importante, tanto musicalmente quanto per la filosofia che lo abita. Titanic Rising, ovvero della capacità di rinascere dopo un disastro. In una

Continua a leggere

(recensione): Priests – The Seduction of Kansas (Sister Polygon Records, 2019)

Priests - The Seduction of Kansas

Ci avevano già ampiamente convinto i Priests che, con il loro primo album, Nothing Feels Natural, pubblicato nel 2017, erano riusciti a perfezionare un disco eclettico e sperimentale, dalle sonorità garage punk venate di jazz e psichedelia. E’ stato pubblicato in questi giorni il loro secondo lavoro, The Seduction of Kansas: un disco brillante ed

Continua a leggere

(recensione): Beth Gibbons & the Polish National Radio Symphony Orchestra – Henryk Górecki: Symphony No. 3 (Domino, 2019) – Special Projection – Paris, 26 marzo 2019

Beth Gibbons - Henryk Górecki: Symphony No. 3 (Symphony of Sorrowful Songs)

Varsavia, 29 novembre 2014. Sotto la direzione del maestro Krzysztof Penderecki, la Polish National Radio Symphony Orchestra esegue il capolavoro di Henryk Górecki, la Symphony No. 3, più nota con il titolo Symphony of Sorrowful Songs. La struggente parte cantata è affidata alla voce di Beth Gibbons, lead singer dei Portishead. Una scelta insolita e

Continua a leggere

(recensione): Stella Donnelly – Beware of the Dogs (Secretly Canadian, 2019)

Stella Donnelly, Beware of the Dogs

Ha una voce delicata ma limpida la giovanissima gallese-trapiantata in Australia, Stella Donnelly, giunta in questi giorni al suo debutto ufficiale con l’album Beware of the Dogs, dopo un primo timido exploit con l’EP Thrush Metal nel 2017. L’universo musicale abitato da Stella ha tratti gentili e un sapore di tempi passati: complesso nella sua semplicità vede

Continua a leggere

(recensione): Gary Clark Jr. – This Land (Warner Bros, 2019)

Affonda con decisione le proprie radici nel soul e nel blues Gary Clark Jr, musicista texano, nato e cresciuto a Austin, giunto in questi giorni al suo terzo album in studio. This Land, questo il titolo dell’ultima fatica di Gary, giunge a quattro anni di distanza dal precedente The Story of Sonny Boy Slim e

Continua a leggere

(recensione): Nilüfer Yanya – Miss Universe (ATO Records, 2019)

Nilüfer Yanya - Miss Universe

Abbiamo avuto il piacere di scoprire il talento di Nilüfer Yanya lo scorso novembre, in occasione della tournée europea degli Interpol, per i quali la giovanissima musicista anglo-turca ha aperto con evidente successo le serate. Già colpiti dal suo talento nonchè dalla qualità della musica proposta, ci siamo messi all’ascolto di Miss Universe, suo primo

Continua a leggere

(recensione): Amanda Palmer – There Will Be No Intermission (Cooking Vinyl, 2019)

Si muove da sempre in uno spazio indefinito e indefinibile a metà strada fra cantautorato, teatro gotico, punk rock e vaudeville Amanda Palmer, già voce del duo The Dresden Dolls e da qualche tempo impegnata in una fruttuosa carriera solista. E’ stato pubblicato in questi giorni un suo nuovo album, dal titolo There Will Be

Continua a leggere

(recensione): Pond – Tasmania (Marathon Artists, 2019)

Band nata a Perth in Australia nel 2008, i Pond possono vantare un percorso singolare e una produzione musicale di tutto rispetto. Sebbene il nucleo centrale – cuore pulsante del gruppo – sia composto dagli immancabili Nick Allbrook, Jay Watson e Joe Ryan, nel corso degli anni hanno preso parte al progetto anche i –

Continua a leggere

(recensione): Dido – Still on my Mind (RCA, 2019)

Dido - Still on My Mind

C’è stato un momento, fra gli ultimi anni del secolo scorso e la metà degli anni 2000, in cui Dido era una regina incontrastata del pop britannico, con brani talmente accattivanti da attirare l’attenzione persino di Eminem, a sua volta, in quei tempi, in vetta a tutte le più prestigiose top ten, da un lato

Continua a leggere