Categoria: Recensioni

So sad, so sexy – Lykke Li (RCA, 2018)

Quarto album in studio per la musicista svedese Li Lykke Timotej Zachrisson, al secolo Lykke Li. So sad so sexy arriva a quattro anni di distanza da I never learn, lavoro per il quale si era avvalsa della collaborazione del connazionale Björn Yttling con le saltuarie incursioni di Greg Kurstin. Il nuovo lavoro, segna una radicale trasformazione nel percorso artistico di

Continua a leggere

God’s favourite customer – Father John Misty (Bella Union, 2018)

Father John Misty - God's Favourite Customer

God’s Favourite Customer è il quarto album in studio di Father John Misty, al secolo Josh Tillman. E’ infatti con questa identità che Tillman ha raggiunto il più grande successo di pubblico, traguardo che aveva mancato con i primissimi lavori, pubblicati con la vera identità e successivamente all’epoca della militanza con i Fleet Foxes, band

Continua a leggere

Noonday Dream – Ben Howard (Island Records, 2018)

Non è da oggi che amiamo e quindi seguiamo con attenzione Ben Howard, giovane cantautore inglese che ci aveva rapito in occasione della sua intensa esibizione a Rock en Seine, tre anni fa. Era, all’epoca, reduce dalla pubblicazione dell’album I Forget Where We Were, suo secondo album in studio, che aveva convinto tanto il pubblico

Continua a leggere

Tell Me How You Really Feel- Courtney Barnett (Milk Records / Marathon Artists, 2018)

Terzo album in arrivo per la giovane cantautrice australiana Courtney Barnett. Tell Me How You Really Feel, questo il titolo, è un lavoro che segna un momento importante nella carriera di Courtney. Sonorità nuove e altre già collaudate si mescolano traccia dopo traccia, creando un insieme omogeneo e coerente. E’ nota ai più la vena

Continua a leggere

LoveLaws – TT (Caroline International, 2018)

A tre anni di distanza dal progetto solista di Jenny Lee Lindberg, è in arrivo in questi giorni anche LoveLaws, opera prima di Theresa Wayman, voce e chitarra delle Warpaint. E, ascoltandolo, evidenti sono le allusioni e innumerevoli le citazioni alle sonorità dreampop, trap ed enigmatiche della band-madre. 10 tracce che si dipanano per circa

Continua a leggere

Wide Awake! – Parquet Courts (Rough Trade, 2018)

Texani trapiantati nella Grande Mela, i Parquet Courts sono una band che si muove in un territorio vasto e variegato. Sonorità punk e noise si mescolano a nuances art rock più sperimentali che rimandano all’eleganza sofisticata dei Velvet Underground, creando trame originali e imprevedibili. Dopo l’esperimento Milano, condotto in collaborazione con il nostro connazionale, trapiantato

Continua a leggere

Hundreds of Days – Mary Lattimore (Ghostly International, 2018)

Mary Lattimore - Hundreds of Days

Strumento antico e dal suono evovativo, l’arpa è assai apprezzata nell’universo rock alternativo e indipendente. Se Joanna Newsom ne è una delle più conosciute e interessanti interpreti, Mary Lattimore è senza dubbio colei che più di ogni altro musicista ne ha esplorato le infinite potenzialità. Forte delle molteplici collaborazioni con artisti del calibro, fra gli altri,

Continua a leggere

7 – Beach House (Bella Union, 2018)

Beach House - 7

Settimo album in studio per il duo di Baltimora, i Beach House, formato dalla lead singer Victoria Legrand e Alex Scully, alle tastiere. 7, questo il titolo, è arrivato in questi giorni e segue i tre precedenti lavori, risalenti rispettivamente al 2017 e al 2015, una raccolta di inediti e b-sides e Thank Your Lucky

Continua a leggere

Tranquility Base Hotel & Casino – Arctic Monkeys (Domino Records, 2018)

Arctic Monkeys - Tranquillity Base Hotel & Casino

Album allo stesso tempo personale e collettivo, Tranquility Base Hotel & Casino, sesto lavoro in studio per gli Arctic Monkeys, vede finalmente oggi la luce, dopo una lunga attesa, una miriade di annunci e fughe di notizie varie. Album personale, dicevamo, perchè in ogni singola traccia emerge vivida e riconoscibile la personalità del lead singer

Continua a leggere

Music For Installations – Brian Eno (Universal, 2018)

Brian Eno / Music For Installation

Music for Installations: è questo il titolo del prezioso cofanetto reso disponibile da Brian Eno lo scorso 4 maggio. 6 dischi raccolgono 24 brani di musica inedita, o diffusa solo in edizione limitata, e composta in occasione di installazioni create dallo stesso Eno o da altri artisti. Progetto ambizioso. Non è facile fare astrazione e

Continua a leggere