The Strokes @L'Olympia

(live report) : The Strokes @L’Olympia (Paris, 18 février 2020)

nessun commento

Il 2020 degli Strokes è iniziato con una serie di eventi inaspettati: l’annuncio a sorpresa di un nuovo album, la cui pubblicazione è prevista per il prossimo mese di aprile, nel corso del live di fine anno a New York, il dichiarato sostegno alla campagna presidenziale del democratico Bernie Sanders (cosa a dire il vero piuttosto prevedibile, considerato l’impegno politico di Julian Casablancas, da sempre supporter del senatore del Vermont) e dulcis in fundo, una serie di live in Europa, che hanno scatenato una forsennata corsa al prezioso biglietto.

Gli Strokes, a dirla tutta, sono amanti della Francia (anche, forse, per ragioni famigliari e sentimentali), e avevamo già avuto diritto a un concerto memorabile lo scorso mese di luglio, in occasione di Lollapalooza Paris. Ma la tentazione di assistere a uno show in una sala più piccola e intima deve avere convinto i fan a posizionarsi con largo anticipo al computer in attesa della messa in vendita dei 2000 posti disponibili. L’esito è stato piuttosto catastrofico – unico vero bemolle di questo evento – con sala sold out in qualche secondo (letteralmente), e tickets rivenduti sui mercati secondari a prezzi proibitivi pochi minuti dopo.  E, nota decisamente stonata, con il risultato di più di un posto libero in sala, a dispetto dei tantissimi fan all’esterno in cerca di un lasciapassare. Ma tant’è.

Veniamo dunque al racconto della serata. Sono le madrilene Hinds, paladine di un garage rock in salsa iberica, le musiciste scelte da Casablancas & soci come opening act. Il loro set è simpatico e divertente, e le spagnole, con un nuovo album The Prettiest Curse, in arrivo il prossimo 3 aprile, hanno colto l’occasione per presentare in anteprima un pezzo inedito.  Ve ne parleremo più diffusamente.

Hinds, L'Olympia
(c) Coeurs & Choeurs

Sono quasi le 9 e 30 quando gli Strokes fanno il loro ingresso in scena, accolti da un’autentica ovazione.

Il brano scelto per aprire il set è Someday, che sostuisce il classico Heart in a Cage, pezzo che aveva inaugurato tutte le esibizioni della tournée estiva.

Dinnocolato e nonchalant come d’abitudine, Julian non perde l’occasione di scherzare con il pubblico in sala e con gli altri membri della band, lanciandosi in qualche parola in francese con Nick Valensi.

Chi si aspettava delle novità è stato probabilmente deluso. Sono infatti First Impressions on Earth e il superclassico Is This It, con cinque brani ciascuno, gli album più presenti in setlist, mentre di The New Abnormal saranno eseguite solo due tracce, non inedite, The Adults are Talking e Bad Decisions, della quale, poche ore prima era stato diffuso un videoclip dalle atmosfere vintage e le sonorità new wave (con tanto di sample chiesto in prestito a Dancing With Myself di Billy Idol).

La band è affiatata e lo spettacolo è, come d’abitudine, assicurato, malgrado la brevità, anche grazie a un pubblico che conosce a menadito i brani proposti, una sorta di greatest hits che non puo’ non coinvolgere i presenti.

Cosi’ eccole, una dietro l’altra, canzoni come Heart in a Cage, Hard to Explain, New York City Cops, One Way Trigger e in coda Last Nite.

Una brevissima pausa e la band ritorna per un encore, che prevede Juicebox, Whatever Happened e a chiudere la serata Reptilia.

Torneremo a parlarvi di Julian & Co in occasione della pubblicazione dell’album e, ovviamente, seguiremo la band in alcune delle date estive.

Setlist

Someday
Automatic Stop
Heart in a Cage
The Modern Age
Ize of the World
Hard to Explain
New York City Cops
The Adults Are Talking
You Only Live Once
Killing Lies
One Way Trigger
Bad Decisions
Last Nite

Encore:

Juicebox
What Ever Happened?
Reptilia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.