Vai al contenuto

(live report): Interpol – Marauder Tour (Paris, 2 juillet 2019)

Interpol, Paris 2 July 2019

Impegnati sin dallo scorso autunno nella tournée dedicata alla promozione di Marauder – loro sesto album in studio – gli Interpol erano già passati da Parigi a fine novembre. Un concerto fully booked alla Salle Pleyel ha convinto gli americani a replicare quest’estate, con l’aggiunta di una nuova data nella capitale francese, in coda alle consuete tappe festivaliere.

E’ per noi sempre un momento piacevole e gradito quello offerto da un live di Banks-Kessler & Co ed ovviamente non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione di assistere al concerto di ieri sera. Scelta che si è rivelata provvidenziale, alla luce della setlist, non banale, e dell’eccellente forma della band.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La prima parte è affidata alle francesi Juniore, band indiepop parigina, capitanata da Anna Jean Le Clézio, figlia del più famoso J.M.G,  premio Nobel per la letteratura. Il loro è un sound gradevole, popolato di chiaroscuri dalle venature a tratti cinematografiche e – così come è stato il caso d Nilufer Yanya quest’inverno – possiamo aggiungere anche le francesi alla lista degli eccellenti opening act che introducono da sempre le esibizioni degli Interpol. Vi parleremo più diffusamente delle Juniore a breve.

Sono le nove in punto quando Paul Banks e soci raggiungono il palco. Scena sobria e minimalista come di consueto. Il nome della band domina la scena, scritto in rosso su uno sfondo nero e solo una grande sfera specchiata al centro funge da elemento decorativo, al di là degli strumenti musicali d’ordinananza.

Apre le danze Untitled, uno dei titoli dell’album del debutto, come al solito grande protagonista dei concerti della band, assente dalla scaletta di fine novembre.

A sorpresa sono solo tre i titoli tratti da Marauder, ultimo album in studio dei newyorkesi, lasciato un poco in disparte per privilegiare Turn on the Bright Lights e Antics, presenti con ben 12 brani.

C’è spazio per Fine Mess, tittletrack del recentissimo EP, accolta con entusiasmo dal pubblico, quasi interamente composto di fan fedelissimi.

La sala mostra di apprezzare i brani più movimentati degli americani: grande l’eccitazione sulle note di pezzi storici come The Heinrich Manuver, Take You on a Cruise ed Evil, ma i presenti non disdegnano di scatenarsi sulle note delle più recenti If You Really Love Nothing e Fine Mess, che hanno evidentemente fatto breccia nei cuore dei fan, malgrado la critica non sia sempre stata unanime. Paul Banks, vestito interamente di blu scuro, tiene gli occhiali da sole per tutta la durata del concerto, ma è in gran forma. La voce baritonale accompagna i noti riff di chitarra e, come di consueto, straordinaria è l’alchimia con Daniel Kessler e Sam Fogarino, a cui dobbiamo aggiungere in scena Brad Truax e Brandon Curtis, rispettivamente al basso e alle tastiere.

I pezzi forti arrivano come al solito in chiusura: magnifica The New – assieme a NYC uno dei grandi classici del gruppo, e infine al momento degli encore  Leif Erikson e Slow Hands.

Il concerto si chiude sulle note di Roland. 

La tournée degli Interpol prosegue in Francia con i festival di Belfort e Beauregard prima di passare dall’altro lato dell’Oceano.

A questo link date e biglietti.

 

 

Setlist

Untitled 
C’mere 
If You Really Love Nothing 
Public Pervert 
The Heinrich Maneuver 
Complications 
Say Hello to the Angels 
NYC 
Take You on a Cruise 
The Rover 
Rest My Chemistry 
Evil 
Fine Mess 
All the Rage Back Home 
The New 
Obstacle 1 


Leif Erikson 
Slow Hands 
Roland 

 

 

Coeurs & Choeurs - de l'actualité indierock - Mariangela Macocco Mostra tutti

For every evil under the sun, there is a remedy, or there is none, If there be one, try and find it, If there be none, never mind it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: