Vai al contenuto

(recensione): PJ Harvey – All about Eve (OST – Lakeshore Records, 2019)

All about Eve, PJ Harvey, OST

Sono passati tre anni dalla pubblicazione di The Hope Six Demolition Project, ultimo album in studio della britannica Polly Jean Harvey. Al termine di una trionfale tournée promozionale avevamo un poco perso le tracce della talentuosa musicista inglese, se non altro fino all’inizio di questo 2019, quando sono trapelate le primissime indiscrezioni relative alla sua possibile collaborazione alla trasposizione teatrale del lungometraggio firmato da Joseph Mankiewicz nel 1950, All about Eve, che, nella versione originale, vedeva nel cast nientemeno che la divina Bette Davis e Anne Baxter

La pièce, in cartellone al National Theater di Londra fra aprile e maggio, prevedeva invece nei due ruoli principali Gillian Anderson e Lily James, dirette per l’occasione da Ivo van Hove che ha ben pensato di reclutare proprio PJ per la composizione della colonna sonora.

Il film di Mankiewicz, un dramma ad alto contenuto psicologico, che mette a nudo sentimenti come la gelosia e l’ambizione, e analizza con spietata durezza l’animo delle due protagoniste, prevedeva un accompagnamento musicale decisemente classico, nel quale trionfavano il Liebestraum di Liszt, la Sinfonia No. 4 di Bruckner e l’aria dal sapore impressionista Beau Soir, scritta da Debussy prendendo spunto da un poema di  Paul Bourget.

L’OST pensata da PJ per la versione di Ivo van Hove rende in qualche modo omaggio all’originale, adattandosi ai toni cupi della versione teatrale che – con la Anderson al posto di Bette Davis – sostituisce i toni brillanti che allegerivano il copione di partenza con elementi contemporanei quali, sessismo, femminismo e discriminazione generazionale. 

Omaggio all’originale, dicevamo e in particolare al Liebestraum di Liszt, i cui celestiali accordi di pianoforte sono citati in Cadenza e nella traccia che chiude il disco Change in C.

Non si tratta, ovviamente di una mera allusione al capolavoro  del compositore ungherese, ma di vere e proprie rielaborazioni, nelle quali rinveniamo alcuni degli elementi più classici del repertorio della Harvey, che non teme le sperimentazioni e miscela con sapienza venature folk, alt-rock, gospel, blues e jazz, adattandole di volta in volta alla propria narrazione.  Magnifiche sono le due tracce cantate, The Sandman e The Moth interpretate rispettivamente da Gillian Anderson e Lily James, brani dalle sonorità eteree sublimati dalle note struggenti del pianoforte. Ma PJ non teme le sfide e cosi’ non mancano qua e là nuances più elettroniche o, altrove, venature blues e jazz. E’ il caso, per esempio di Descending o Shimmer, brani che ci accolgono con un tappeto di sintetizzatori.

Un lavoro decisamente riuscito, per la realizzazione del quale PJ si è avvalsa della collaborazione di James Johnston e del batterista Kenrick Rowe, da anni al suo fianco in studio e sul palco. 

Per chiudere, un breve accenno all’ultima novità in ordine di tempo offertaci dalla Harvey, ovvero il singolo The Crowded Cell, inclusa nella colonna sonora della miniserie TV The Virtues, traccia dal sapore teatrale e dal ritmo martellante, ottimo preludio a una nuova attesa produzione musicale.

Click here to listen & buy 

8,4/10

 

 

 

Coeurs & Choeurs - de l'actualité indierock - Mariangela Macocco Mostra tutti

For every evil under the sun, there is a remedy, or there is none, If there be one, try and find it, If there be none, never mind it.

2 pensieri riguardo “(recensione): PJ Harvey – All about Eve (OST – Lakeshore Records, 2019) Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: