Vai al contenuto

(recensione): Lizzo – Cuz I Love You (Atlantic, 2019)

Siamo nell’era del New Normal. La tempesta provocata dal #Metoo ha probabilmente superato i suoi momenti più aspri e conflittuali e le conseguenze, spesso e fortunatamente positive, sono sotto gli occhi di tutti. Le musiciste headliner dei festival già annunciati o a venire sono sempre più numerose e accanto a dive dall’aspetto impeccabile brillano stelle nuove che esulano dai classici canoni generalmente affibbiati al genere femminile.

 

Non è quindi per niente fuori luogo che sia presentata come un’icona,  una sex symbol fiera del proprio corpo e del proprio appeal Lizzo, che, non si limita ad essere una magnifica voce, calda e  sensuale, ma imperversa bellissima e formosa sulla cover del suo ultimo, soprendente, album.

Pubblicato a fine aprile, Cuz I Love You è il terzo disco in studio di Lizzo, al secolo Melissa Viviane Jefferson. Rapper, cantante soul, flautista, Lizzo ha debuttato nel 2013 e, da allora, si è guadagnata il plauso di pubblico e critica, entrambi affascinati dalle sonorità proposte, a metà strada fra hip hop e r’n’b. Così, fra una citazione del Time, che la inserisce fra gli outsider da non perdere di vista già nel 2014, una collaborazione con Florence + The Machine e un tour con le Haim, eccoci arrivare ai nostri giorni, e al suo ultimissimo lavoro, per il quale la musicista americana si è avvalsa della produzione della band di Ithaca X Ambassador

14 titoli per la durata di una quarantina di minuti Cuz I Love You è una collezione di pezzi gioiosamente militanti. Nuances soul, rap e reggae si succedono brano dopo brano, tessendo trame coinvolgenti sublimate dalla magnifica voce di Lizzo e inframmezzate dalle note soavi del flauto, suo strumento prediletto. Quanti hanno avuto il piacere di assistere di già a un live della tournée, attualmente in corso, parlano, a ragione veduta di messa laica. In attesa di potervelo raccontare in prima persona, queste sono le notre impressioni sul disco. 

E’ la titletrack Cuz I love You ad aprire, trionfalmente l’album.

Struggente dichiarazione d’amore, il brano, con le sue venature sensualmente soul, consente a Lizzo di fare, sin dall’inizio, sfoggio della proprio fraseggio duttile e versatile. 

Never been in love before
What the fuck are fucking feelings, yo?
Once upon a time, I was a ho
I don’t even wanna ho no mo’
Got you something from the liquor store
Little bit of Lizzo and some Mo
Tryna open up a little mo’
Sorry if my heart a little slow

canta Lizzo. 

Segue la militante Like a Girl, un inno per tutte le donne che non vogliono rinunciare alla propria femminilità nel momento in cui aspirano a ruoli chiave e di potere.

Sugar, spice, and I’m nice
Show me what you’re made of
Crazy, sexy, cool, baby
With or without makeup
Got nothing to prove (Got nothing to prove)
But I’ma show you how I do

recita il pre-ritornello di questo brano,  a metà strada fra rap e soul. 

Gucci Mane e Missy Elliot sono i due featuring prestigiosi del disco. La prima presta la sua voce in Exactly How I Feel, mentre in Tempo fa capolino la seconda, stella di prima grandezza del rap internazionale. E sono senza dubbio due fra gli episodi più intensi dell’album: il primo brano, un rap dalle venature funky e dal ritmo sincopato. La seconda un trap groove, perfetto per la pista da ballo. 

Un altro momento intenso è dato da Juice, pezzo energico e decisamente allegro, dalle movenze funk pop, accompagnato da un videoclip altrettanto brillante e colorato.

Per chiudere, citiamo Soulmate e Jerome: la prima un inno all’amore per se stessi e all’autoindulgenza è costruita su un ritmo soul e funky mentre la seconda con il suo andamento sinuoso e ipnotico si rivela uno dei pezzi da novanta dell’album. 

Click here to listen & buy 

8,4/10

 

Coeurs & Choeurs - de l'actualité indierock - Mariangela Macocco Mostra tutti

For every evil under the sun, there is a remedy, or there is none, If there be one, try and find it, If there be none, never mind it.

One thought on “(recensione): Lizzo – Cuz I Love You (Atlantic, 2019) Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: