(recensione): Kozminski – Sempre più lontani (self-released, 2019)

Sempre più lontani - Kozminski

Sempre più lontani è il titolo dell’ultima fatica dei milanesi Kozminski, band formatasi tredici anni fa e con all’attivo già quattro album in studio. Pubblicato lo scorso 1 aprile, Sempre più lontani è un EP autoprodotto, costituito di sei brani composti, registrati e arrangiati in una situazione di completa libertà e indipendenza che ha, evidentemente, dato i frutti sperati.

Le sei tracce, perfettamente coerenti e ben costruite, rispecchiano le differenti inclinazioni dei 4 membri del gruppo, mescolandole e declinandole fino a descrivere un universo sonoro multiforme, nel quale coabitano Wilco e Arcade Fire, Yann Tiersen e lo shoegaze. Sonorità indiepop si intrecciano a venature più rock e folk, esaltate da testi particolarmente curati.

Così, eccoci passare dalle nuances rock di Respirare, brano che apre il disco, pezzo dal ritmo serratissimo, sottolineato da solidi riff di chitarra, che rievoca – aggiornandola – la migliore scuola cantautorale italiana d’antan, al sound quasi new wave di Non ricordo niente, che ci sorprende con un’inaspettata incursione di sintetizzatori, suonati da Federico (che ritroviamo anche al basso e alla chitarra acustica).

Ed è proprio la chitarra, sia nella versione acustica che in quella elettrica, suonata oltre che da Federico anche da Luca, lead singer della band e da Raffaele (noto anche per la sua militanza negli In Her Eye, band shoegaze attiva nel capoluogo lombardo di cui vi abbiamo puntualmente parlato), la grande protagonista dell’EP, marcando il passaggio dalle cadenze powerpop de Il confine o Un letto di macerie, alle sonorità più serrate e rock dei due brani che chiudono il disco.

E’ Finale, l’ultima traccia in scaletta, il pezzo che ci ha colpito maggiormente, vuoi per la ricchezza degli arrangiamenti, vuoi per la perfetta coesione fra testo a melodia, ulteriore testimonianza della maturità raggiunta dalla band.

I Kozminski sono attualmente impegnati in un tour promozionale che li porterà ad esibirsi il prossimo 18 maggio alla Cascina Martesana. Tutte le informazioni sono disponibili al link dell’evento (Kozminski live in Cascina Martesana – Milano ).

Click here to buy and listen
7,8/10

Una risposta a "(recensione): Kozminski – Sempre più lontani (self-released, 2019)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.