(live report) : One week with The National in Paris (15-21 aprile 2019)

One week with the National

L’anteprima del nuovo album, in uscita a maggio, e dell’omonimo cortometraggio I am easy to find. Questo il ricco e allettante programma previsto la scorsa settimana a Parigi dai The National. Città d’elezione di Bryce Dessner, chitarrista e raffinato multistrumentista, con il gemello Aaron all’origine del ricco e articolato sound della band, Parigi è stata scelta anche quest’anno, così come nel 2017, in occasione della pubblicazione di Sleep Well Beast, come prima tappa del tour promozionale. E, anche in questa circostanza, i parigini sono stati il pubblico privilegiato scelto per ascoltare i nuovi brani in anteprima.

Una settimana ricca di eventi: un primo concerto intimista e a sorpresa al Café della Danse, un secondo live all’Olympia, la proiezione del cortometraggio firmato da Mike Mills, presente a Parigi con il gruppo newyorkese e altri momenti in compagnia di Berninger e soci all’ordine del giorno. Non potendo essere presenti a tutti gli appuntamenti abbiamo scelto di prendere parte alla serata di martedi.

Ma andiamo con ordine. Posti rigorosamente numerati e ingresso previsto alle 19.30. E’ verso le 20 che Matt Berninger, lead singer, sale sul palco per annunciare la proiezione di I am easy to find, il film di Mike Mills, ispirato dalla musica composta dagli americani. Poco dopo, nel buio della sala, ecco partire le prime note e le immagini cominciano a scorrere sul grande schermo installato sul fondo della sala.

Una storia semplice e toccante per narrare la vita della protagonista, dalla nascita all’ultimo giorno: un arco temporale vertiginoso, sottolineato dalle magnifiche note composte dalla band che si addicono alla perfezione alle immagini in bianco e nero di cui è protagonista Alicia Vikander, già vincitrice di un premio oscar per il film The Danish Girl.

One week with The National in Paris (15-22 april 2019)
(c) Coeurs & Choeurs

Al termine del film Bryce, Matt, la vocalist Gail Ann Dorsey, nota per la sua collaborazione con David Bowie, e che ha prestato la propria voce ad alcuni brani del nuovo disco, e il regista Mike Mills raggiungono la scena per una breve discussione con il pubblico. Momento interessante che ci permette di comprendere meglio la genesi di questo corto e il ruolo svolto dalla musica, preponderante ma non strumentale rispetto alla storia narrata.

Una breve pausa e siamo pronti per il live. Un vivido fondo rosso accoglie  la band accompagnata per l’occasione oltre che da Gail, da una decina di musicisti, fra archi, tastiere e percussioni, alcune coriste e persino una danzatrice che percorre senza posa il perimetro della scena. Una varietà che ci conferma una volta di più la ricchezza del sound elaborato degli americani.

E’ You had Your Soul with You il primo brano in scaletta. Ritmatissimo, vede la batteria in primo piano a sottolineare le complesse orchestrazioni pensate dai fratelli Dessner.

Segue la struggente Quiet Light, che consente di apprezzare una volta di più la bella voce baritonale di Matt, in stato di grazia. Le tracce si susseguono una dietro l’altra, facendoci pregustare un album che si annuncia ricco, intenso e variato. Fra tutte non possiamo non citare la titletrack I am easy to find, la delicata Light Years, con il suo magnifico testo e l’impegnata Not in Kansas, che consente alla band di affermare, ancora una volta, con forza, il proprio impegno politico.

Una pausa, e per gli encore, non possono mancare i cavalli di battaglia del gruppo, ovvero Bloodbuzz Ohio, I Need My Girl, Guilty Party e, a chiudere, Fake Empire.

Un nuovo disco che si annuncia bello, intenso e complesso per dei musicisti che confermano anno dopo anno il proprio indiscutibile talento.

Setlist

You Had Your Soul With You 
Quiet Light
Roman Holiday
Oblivions
The Pull of You
Hey Rosey
I Am Easy to Find
Where Is Her Head
So Far, So Fast
Hairpin Turns
Rylan
Light Years

Encore:

Not in Kansas (Live debut)
Bloodbuzz Ohio
I Need My Girl
Guilty Party
Fake Empire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.