Vai al contenuto

(recensione): Yola – Walk Through Fire (Easy Eye Sound, 2019)

Yola,- Walk Through Fire

Originaria di Bristol, nel Regno Unito, dove è nata nel 1984, Yola Quartey, fino a poco tempo fa, era nota soprattutto per le sue collaborazioni con i Massive Attack e i Phantom Limb, band alle quali ha, in diverse circostanze, prestato la propria voce come backing vocalist, garantendosi in questo modo le fonti di sostentamento indispensabili per sfuggire alla povertà e alla vita di stenti alla quale pareva destinata.

Walk Through Fire, disco pubblicato a fine febbraio, è, invece, la sua prima prova solista. Prodotto e scritto in team con Dan Auerbach, è un lavoro ben confezionato e curatissimo, nel quale Yola riesce a declinare in modo personale e contemporaneo sonorità alternative country, venate di nuances soul e blues, che ben si addicono alla sua voce calda e luminosa.

Primo singolo estratto, pubblicato a fine dicembre, Faraway Look è anche il brano che apre l’album.

Una traccia costruita e arrangiata in modo classico, dall’andamento in crescendo, che consente alla voce di Yola di dispiegarsi in tutta la propria estensione.

You lit the candles on the cake / And threw the match down on the floor / Wish I knew what you were wishing for/ Handing out the paper plates/ To all your friends that you adore /Are you haunted and wanting more?

recita la prima strofa della canzone, che, forse, vede in tanta perfetta classicità il proprio maggior limite (difetto, se così possiamo definirlo, che coinvolge più generalmente l’intero progetto).

Sono decisamente più interessanti il secondo e il terzo brano in scaletta, ovvero la delicata, dalle movenze pop, Shady Grove, e Ride Out in the Country, pezzo nel quale venature soul e cadenze folk si intersecano e si fondono, dando vita a un universo complesso e variegato, che ben sintetizza la cifra stilistica della musicista inglese.

Falling out of love with you/ Is not an easy thing to do / But you don’t care about me, baby / Running here is all I know / The country satisfies my soul / When I think I’m goin’ crazy,

canta Yola nel ritornello.

Un altro bell’episodio è rappresentato da It Ain’t Easier, pezzo decisamente country-soul, sottolineato da una notevole prova vocale, e illuminato da una struttura musicale nella quale magnifici riff di chitarra acustica rievocano delicatamente sonorità folk anni 70.

Brano classicamente country dalle nuances gospel, la titletrack Walk Through Fire si lascia apprezzare oltre che per la bella prova vocale di Yola, anche per il testo ricco di riferimenti personali e autobiografici mescolati a immagini e simboli religiosi.

Standing on the side of the river / Staring across the great divide / I’d give all my gold and silver / Just to get to the other side/ Your love is like a rescue vessel/ Carries me through the night / Through these flames of destruction
I know you’re gonna make it right / I know you’re gonna save my life

Accanto alla produzione di Dan Auerbach, l’esordio di Yola può contare sul valido apporto di Dave Roe al basso, del batterista Gene Chrisman, di Bobby Wood, alle tastiere e, soprattutto, della stella del country Vince Gill che presta la propria voce in Keep Me Here, brano che esplicita, in modo ancora più chiaro (se mai fosse stato necessario), le radici musicali della musicista di Bristol.

Un album coerente e interessante per un debutto che ha acceso i riflettori su una delle più notevoli voci attualmente in circolazione.

7,3/10

Coeurs & Choeurs - de l'actualité indierock - Mariangela Macocco Mostra tutti

For every evil under the sun, there is a remedy, or there is none, If there be one, try and find it, If there be none, never mind it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: