Vai al contenuto

(recensione): Girlpool -What Chaos Is Imaginary (Anti/Epitaph, 2019)

What Chaos is Imaginary - Grirlpool

Duo losangelino composto da Cleo Tucker e Harmony Tividad, rispettivamete alla chitarra e al basso, le Girlpool hanno fatto la loro prima apparizione sulla scena musicale alternative nel febbraio del 2014 con un primo EP autoprodotto che portava semplicemente il loro nome. L’ampio riscontro ottenuto dall’EP, apparso sulla loro pagina Bandcamp, valse alle due musiciste una seconda pubblicazione della loro opera prima, questa volta con l’etichetta Wichita Records, una sorta di riconoscimento ufficiale del loro indubbio talento. Sono seguiti negli anni altri due album in studio, Before the World Was Big, del 2015, sempre con l’etichetta Whichita e Powerplant del 2017, lavoro che segna il passaggio alla casa discografica Anti-, che firma anche la pubblicazione del nuovissimo disco delle californiane, What Chaos is Imaginary.

Quattordici brani, per la durata complessiva di circa 45 minuti. Una produzione significativamente più estesa che nel passato consente al duo di esplorare più fecondamente l’ampio range di sonorità e di stili che costituiscono il loro ricco universo musicale. Ai potenti riff di chitarra, sempre in primo piano, infatti, si aggiungono ora, di volta in volta, le venature elettroniche garantite dai sintetizzatori di Joshua Sushman e le percussioni di Ross Chait. L’esito finale è un sound ricco e variato, che fa da sfondo ai testi poetici e profondi, scritti e interpretati da Tucker e Dividad, che si alternano al canto, con due voci sempre più complementari.

E’ Lucy’s, brano dal sapore beatlesiano, ad aprire prepotenetemente le danze, con dei folgoranti riff di chitarra che gli conferiscono venature decisamente fuzzy, sottolineate dal tibro sempre più profondo della voce di Cleo, svelatasi nel 2017 transgenger e da qualche tempo sottoposta a una terapia ormonale.

I swear I’ll be alright although Emily’s in the sky/ She waters the ground with gin she pours me out onto the shadow of her home state tree, recita la seconda strofa, decisamente riuscita del pezzo, malinconica dichiarazione d’amore a un’amante sfuggente.

Primo singolo estratto, Where Is You Sink è apparso nello scorso mese di novembre accompagnato da un video dai toni surreali e a tratti felliniani, che ben si sposano alle venature rarefatte del pezzo.

Fra gli episodi migliori dell’album, la titletrack What Chaos is Imaginary, secondo singolo estratto, puo’ contare su una magnifica introduzione all’organo, alla quale si aggiungono, di volta in volta, le note di viola, violino e violoncello, a sottolineare la voce sognante di Harmony Tividad, che è anche autrice del testo.

Rehearsing what’s reality /What chaos is imaginary / In the bleachers / Someone teaches
About what’s worth knowing / Some bland candy scheme /Built yourself some boundaries just to kill a dream canta Tividad in questo brano dal sapore autobiografico, una sorta di confessione a tutto campo, a partire dalla depressione vissuta, fino al tentativo di raccontare le varie fasi del processo creativo.

Fra gli episodi migliori del disco, occorre segnalare la bella Pretty, pezzo efficace, costruito attorno a solidi riff di chitarra e la luminosa e ottimista Hire (Will I make the matinée with my newest life and be that bright time/ Advertise what makes you crazy so i can second guess my focus, are you gonna hire me?, recita la prima strofa), o ancora la delicata ballata Hoax and the Shrine.

Infine, in chiusura, la sognante Roses, brano dominato da distorsioni e riverberi che chiude splendidamente un album decisamente riuscito.
Click here to listen and buy
7,5/10

Coeurs & Choeurs - de l'actualité indierock - Mariangela Macocco Mostra tutti

For every evil under the sun, there is a remedy, or there is none, If there be one, try and find it, If there be none, never mind it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: