Mese: ottobre 2018

(recensione): Queen – Bohemian Rhapsody (Movie & OST, 2018)

Bohemian Rhapsody - Movie & OST

Dopo la trionfale prima di Londra lo scorso 23 ottobre, attesissima la prima parigina del biopic dedicato a Freddy Mercury e ai Queen. Bohemian Rhapsody, questo il titolo del lungometraggio diretto da Bryan Singer, vede Rami Malek nei panni del lead singer della storica band inglese. Diciamolo subito: nonostante qualche ingenuità il film è decisamente

Continua a leggere

(recensione): Forever Neverland -MØ (RCA Victor, 2018)

MØ - Forever Neverland

La danese Karen Marie Ørsted, in arte MØ, non è certamente una musicista che si possa incasellare con facilità in un unico genere musicale. Dopo un esordio avvenuto quando era poco più che un’adolescente sulla scena punk, MØ si fa conoscere al grande pubblico nel 2014 con l’abum dal titolo premonitore No Mythologies To Follow.

Continua a leggere

(recensione): Last Building Burning – Cloud Nothings (Carpark Records, 2018)

Last Building Burning - Cloud Nothing

Last Building Burning è il titolo dell’ultimo album dei Cloud Nothings, gruppo alternative rock di Cleveland. E titolo non potrebbe essere più appropriato. E’ infatti un incendio quello che ci attende quando ci mettiamo all’ascolto delle otto tracce incluse nel disco. Ma procediamo con ordine. Avevamo lasciato i Cloud Nothings  nel 2017 con Life Without

Continua a leggere

(recensione): Basement – Beside Myself (Fueled by Ramen, 2018)

Basement-BesideMyself

KiSuona fresco ed accattivante sin dal primissimo ascolto Beside Myself, quarto album in studio degli inglesi Basement, band underground di Ipswich. Il gruppo, a dispetto di due dischi estremamente apprezzati e una carriera in rapida ascesa si era imposto una pausa fra il 2012 e il 2016. Nonostante la lunga assenza, a partire dalla reunion

Continua a leggere

(recensione): Bottle It In – Kurt Vile (Matador Records, 2018)

Kurt Vile - Bottle It In

Sono passati tre anni esatti dalla pubblicazione di B’lieve I’m Going Down… Kurt Vile fa il suo ritorno sulle scene musicali proprio in questi giorni, con un settimo album in studio da solista (non teniamo qui in conto Lotta Sea Lice, lavoro pubblicato assieme a Courtney Barnett nel 2017 e, pertanto, particolarmente marcato da questa

Continua a leggere

(photo gallery): Ben Howard @Manhattan Center (12 october 2018)

Tappa new-yorkese per  il tour nordamericano di Ben Howard, alle prese con la promozione del suo bellissimo nuovo album Noonday Dream (di cui abbiamo avuto modo di parlarvi lo scorso giugno: qui il link). Data completissima e blindatissima da tempo, quella al Manhattan Center,  ma Coeurs and Choeurs c’era con la nostra Rita Murray, che, dalla

Continua a leggere

(recensione): Jassbusters – Connan Mockasin (Mexican Summer, 2018)

Jassbusters - Connan Mockasin

Quarto album pubblicato con il nome Connan Mockasin per il neozelandese Connan Tant Hosford. Jassbusters è, a tutti gli effetti, un concept disc, pensato come colonna sonora per un lungometraggio realizzato dallo stesso musicista e che sarà presentato il prossimo novembre al Barbican Center di Londra, in occassione della tappa inglese del tour che lo

Continua a leggere

(recensione): Wanderer – Cat Power (Domino Records, 2018)

Primo album pubblicato da Chan Marshall, aka Cat Power con l’etichetta Domino, Wanderer è un disco bello e necessario.  Sono ormai di pubblico dominio i dissapori intercorsi fra la precedente casa discografica (Matador Records)  e la cantautrice americana, e in particolare tutti i tentativi,risultati fortunatamente vani, di indirizzare, in senso commerciale, le scelte artistiche e musicali

Continua a leggere

(recensione): A star is born (movie & OST, 2018)

Una stella del rock in declino, con severi problemi di salute e dedita all’alcolismo, incontra per caso, nel corso di uno dei suoi consueti vagabondaggi in cerca di whisky, un’ aspirante musicista che si esibisce in un locale di periferia. La giovane promessa ha una voce straordinaria e subito attira l’attenzione del rocker più navigato.

Continua a leggere

(recensione): Skylight – Pinegrove (self-released, 2018)

E’ trascorso quasi un anno dal 21 novembre 2017. In piena tempesta #metoo, Evan Stephens Hall, leading singer dei Pinegrove, pubblica una lunga dichiarazione nella quale annuncia una pausa nell’attività musicale della band in seguito a non meglio precisate accuse di abuso sessuale mosse nei suoi confronti dalla donna con la quale intratteneva una relazione.

Continua a leggere