Vai al contenuto

(recensione): Change – In Her Eye (Self-released, 2018)

In Her Eye - Change

Il rock milanese degli In Her Eye

Iscritti a pieno titolo nella ormai consolidata corrente italogaze, corrente che puo’ annoverare tra gli altri la presenza di Rev Rev Rev e Stella Diana (anch’essi prossimi alla pubblicazione di un album, 57, del quale vi abbiamo parlato in anteprima), i milanesi In Her Eye tornano sulla scena musicale con il terzo lavoro in studio.

Band non solo shoegaze. Il sound degli In Her Eye è ben più complesso e articolato. Laddove nuances marcatamente shoegaze sono assicurate dalla chitarra di Raffaele Bocchetti (proveniente proprio dagli Stella Diana e che si unisce per l’occasione a Aldo Bernuzzi (alla batteria), Giuseppe Galotti (basso e lead singer) e Stefano Schiavella, (seconda chitarra)), venature noise e new wave si mescolano a riverberi ed echi dando vita a un tessuto sonoro originale e decisamente rock.

Change (questo il titolo del nuovo album che sarà disponibile a partire dal prossimo 1 giugno) attraversa con sicurezza stili e sonorità che spaziano fra dream pop, shoegaze, new wave e psichedelia: il tutto è declinato nel corso delle otto tracce che compongono il disco.

E’ Closer To Me ad aprire le danze. Brano che si colloca all’intersezione fra la new-wave e il noise, è un buon biglietto da visita e invita decisamente a proseguire nell’ascolto dei brani successivi.

Bianca, seconda traccia, ci regala un bel dialogo fra voce, basso e chitarre, il tutto sottolineato da una interessante base ritmica per un pezzo che riecheggia sonorità à la Cure. Ma, come anticipatovi, gli In Her Eye non temono di cimentarsi in nuove strade e affrontare stili differenti, e con il brano che segue, Elephant, si impegnano in nuances decisamente più veloci, noise e postpunk.

Primo singolo estratto Change, è anche il brano che dà il titolo all’album. Pubblicato qualche giorno fa, sin dal titolo indica la strada percorsa nella sua composizione. Change, ovvero, cambiamento, metamorfosi, infinita trasformazione. Il tutto viene celebrato in un pezzo caleidoscopico in cui nuaces shoegaze si sposano a venature postpunk, gotiche e psichedeliche. Importante l’apporto di Antonia Chiara Ciangalini, proveniente dai The Mystic Morning e cooptata per le otto tracce del disco, la cui presenza si rivela un plus non irrilevante per le armonie vocali.

Molti gli episodi notevoli dell’album : fra tutti citiamo As in a Dream dalle nuance pop psichedeliche e Life che chiude il disco.

Una buona prova per la band milanese

Tracklist

  1. Closer to me
  2. Bianca
  3. Elephant
  4. Change
  5. Neon Lights
  6. Demons
  7. As in a Dream
  8. Life

7.6/10

Coeurs & Choeurs - de l'actualité indierock - Mariangela Macocco Mostra tutti

For every evil under the sun, there is a remedy, or there is none, If there be one, try and find it, If there be none, never mind it.

2 pensieri riguardo “(recensione): Change – In Her Eye (Self-released, 2018) Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: